Seppur capoluogo di regione, Trento offre al visitatore dimensioni a portata di “passeggiata”: una rilassante e piacevole visita permette di cogliere tutti i dettagli della città. Qui architettura, cultura, arte e folclore si fondono alla perfezione.

 

DA NON PERDERE

 

Duomo di San Vigilio

Il Duomo di San Vigilio, affacciato sulla omonima Piazza, venne realizzato intorno al XIII secolo in stile gotico-romanico. L’interno è decorato con meravigliosi affreschi e splendide balconate in marmo.

Lo sapevi? Il duomo di Trento è ricordato storicamente per essere stato sede del Concilio di Trento (1545) e del Principato Vescovile di Trento, antico stato ecclesiastico esistito fino al 1803.

Fontana del Nettuno

La fontana s’innalza al centro di Piazza Duomo e fu costruita su disegno dello scultore Francesco Antonio Giongo di Lavarone, fra il 1767 e il 1769. Per questa fontana, il Giongo ideò un sistema di scorrimento continuo del flusso d’acqua. La Fontana poggia su un alto basamento a gradinata con figure di animali e divinità marine. Alla sommità, Nettuno simboleggia la ricchezza d’acque che sulla città si riversa dai monti e da nord. Alcune statue furono sostituite nel tardo Ottocento.

Lo sapevi? La statua del Nettuno che sovrasta la fontana è una riproduzione in bronzo, fusa nel 1942: la statua originale del Giongo si trova nel cortile del Municipio.

Palazzo Pretorio

Il Palazzo Pretorio Trento si affaccia su Piazza Duomo: il Palazzo risale al 1220 e nel corso dei secoli è stato adibito a prigione, tribunale, sede del Comune e sede dei vescovi. Oggi domina il centro di Trento e ospita il tesoro della Cattedrale e il Museo Diocesano Tridentino.

Torre Civica

La Torre Civica, di fianco al Palazzo Pretorio, con il suo grande orologio scandisce il tempo di Trento da sempre, ma nasconde un passato tenebroso: la campana della Renga, custodita al suo interno, annunciava le condanne a morte sulla piazza su cui si affaccia. Oggi la torre è visitabile: la fatica dei 156 scalini è compensata da un panorama a perdita d’occhio sulla città e sulle montagne che la circondano.

Castello del Buonconsiglio

Il Castello del Buonconsiglio, splendida dimora dei Principi vescovi e simbolo della città di Trento, è costituito da elementi di epoche diverse, diventando così un esempio di diversi stili architettonici e movimenti artistici. Oggi il castello ospita il Museo Provinciale d’Arte, in cui vengono organizzate ogni anno manifestazioni di successo.

MUSE

Il MUSE non è un semplice museo, ma un centro di riflessione sul rapporto tra natura e uomo, che affascina visitatori di tutte le età con informazioni efficaci ed “effetti speciali”. Qui si può poi toccare con mano fossili e minerali,usare il microscopio, o entrare nella grande serra delle piante della Tanzania.

Lo sapevi? L’architetto che ha realizzato il MUSE è il famosissimo Renzo Piano!

Monte Bondone

Il Monte Bondone, noto come l’Alpe di Trento, domina la città a ovest e si eleva per oltre 2.100 metri sul livello del mare. Le sagome delle sue cime principali costituiscono una Riserva Naturale Integrale che offre sport, svago ed emozioni sia in inverno che in estate.

Lago di Toblino

Il Lago di Toblino si trova a circa 15 km a ovest di Trento e merita una visita perché è considerato uno dei più romantici di tutto il Trentino. Racchiuso da vigneti e boschi, il Lago di Toblino è circondato da colline verdeggiant, immerso in un’atmosfera fiabesca grazie anche al suo castello che domina il lago.

Natale a Trento

Durante il periodo natalizio Trento regala un’atmosfera magica, grazie al Mercatino di Natale e al ricco programma di appuntamenti, tra i quali spiccano le esibizioni di cori locali di montagna.

COSA FARE

 

MANGIARE E RICARICARE

 

Le stazioni di ricarica evway

– Via Dogana.

Qui potrai ricaricare la tua auto elettrica!